AUDIT CLP
Ai sensi del Regolamento n. 1272/2008 fabbricanti, importatori ed utilizzatori a valle hanno l’obbligo classificare ed etichettare le sostanze e le miscele pericolose secondo i nuovi criteri in esso stabiliti.

I nostri esperti forniranno assistenza e consulenza alle aziende coinvolte a vario titolo nell’applicazione del CLP (importatori, fabbricanti ed utilizzatori a valle) verificando il processo di implementazione dei nuovi criteri di classificazione e della relativa tempistica scaglionata di entrata in vigore.
Il servizio prevede, inoltre, la verifica della piena applicazione dell’obbligo di notifica delle classificazioni ed etichettature delle sostanze pericolose, nonché la possibilità di identificare eventuali classificazioni armonizzate divenute più restrittive e la loro corretta applicazione.
I risultati dell’audit documentale condotto “in house” saranno, ovviamente, utilizzabili nel corso di eventuali visite ispettive condotte dagli organi competenti.

 

AUDIT FABBRICANTI ED IMPORTATORI
Obiettivo dell’audit: supportare l’azienda nel processo di conseguimento della piena conformità alle disposizioni del Regolamento n. 1272/08 (CLP).
Durata: 6 ore (4 ore di verifica documentale + 2 ore di formazione)
Modalità di svolgimento: il piano di audit prevede una riunione iniziale con i nostri esperti per l’individuazione degli obiettivi da raggiungere e la definizione del programma di verifica del grado di attuazione del regolamento CLP in relazione alle attività di immissione sul mercato comunitario di sostanze/miscele pericolose, nonché nella sua qualità di fabbricante/importatore.
Funzioni aziendali coinvolte: responsabili della gestione sostanze, responsabili acquisti, responsabili per la redazione di SDS, responsabili HSE, responsabili REACH/CLP.
Aspetti oggetto di verifica:
- check list delle sostanze e delle miscele pericolose;
- aggiornamento della classificazione secondo i nuovi criteri CLP;
- aggiornamento dell’etichettatura secondo i nuovi criteri CLP;
- avvenuta notifica della classificazione delle sostanze;
- scadenze per l’applicazione dei nuovi criteri e applicazione scaglionata delle disposizioni del CLP;
- obbligo di notifica per le miscele al competente organo nazionale (ISS);
- eventuali informazioni supplementari da inserire nell’etichettatura;
- richiesta di denominazione chimica alternativa.
Documentazione finale rilasciata: relazione di audit contenente le eventuali azioni correttive da mettere in atto, documentazione utilizzabile in caso di visita ispettiva.
Programma di formazione: l’attività verterà sulle principali disposizioni previste dal CLP in relazione al ruolo svolto dall’azienda all’interno della catena di approvvigionamento dei “chemicals”, sulle modalità di controllo da parte degli organi preposti e sul regime sanzionatorio.
AUDIT UTILIZZATORI A VALLE
Obiettivo dell’audit: supportare l’azienda nel processo di conseguimento della piena conformità alle disposizioni del Regolamento n. 1272/08 (CLP).
Durata: 4 ore (3 ore di verifica documentale + 1 ora di formazione)
Modalità di svolgimento: il piano di audit prevede una riunione iniziale con i nostri esperti per l’individuazione degli obiettivi da raggiungere e la definizione del programma di verifica del grado di attuazione del regolamento CLP in relazione alle attività di immissione sul mercato comunitario di sostanze/miscele pericolose.
Funzioni aziendali coinvolte: responsabili della gestione sostanze, responsabili acquisti, responsabili per la redazione di SDS, responsabili HSE, responsabili REACH.
Aspetti oggetto di verifica:
- check list delle sostanze utilizzate;
- ruolo aziendale (rieticchettatori, miscelatori, ecc.) e relativi obblighi;
- avvenuto aggiornamento della classificazione, etichettatura ed imballaggio secondo i nuovi criteri CLP;
- eventuali informazioni supplementari da inserire nell’etichettatura;
- verifica dell’applicazione scaglionata delle disposizioni del CLP;
- obbligo di notifica per le miscele al competente organo nazionale (ISS);
- richiesta di denominazione chimica alternativa.
Documentazione finale rilasciata: relazione di audit contenente le eventuali azioni correttive da mettere in atto, documentazione utilizzabile in caso di visita ispettiva.
Programma di formazione: l’attività verterà sulle principali disposizioni previste dal CLP in relazione al ruolo svolto dall’azienda all’interno della catena di approvvigionamento dei “chemicals”, sulle modalità di controllo da parte degli organi preposti e sul regime sanzionatorio.

 

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Sei nella pagina: CONSULENZA CLP AUDIT CLP